civita-di-bagnoregio-p2noj306q8a8s5hzkz8h0qiq8k44bm1j3nt74u24jg

Vivi “la città che muore” : Civita di Bagnoregio

Adulto € 9

Civita di Bagnoregio, anche nota come “La città che muore”, sorge su una rupe di tufo e argilla al centro dell’affascinante Valle dei Calanchi, una formazione nata da un’erosione dovuta agli agenti atmosferici lunga millenni e caratterizzata da piccole valli con forte pendenza, tagli delle pareti e
creste ondulate, dove non cresce alcun tipo di vegetazione.
Posta al confine con l’Umbria, nella zona della Valle del Tevere, Civita di Bagnoregio poggia su un colle tufaceo e grazie al centro storico perfettamente conservato e alle sue caratteristiche geologiche è stata inserita a ragione tra i Borghi più Belli d’Italia. Consigliamo di fermarsi almeno una notte a Civita, magari alloggiando nella meravigliosa Casa Greco, un edificio storico comunale oggi trasformato in Residenza d’Artista per vivere
un’esperienza piena di fascino in uno dei luoghi più caratteristici del nostro territorio.
Il borgo sospeso è collegato al resto del paese tramite un unico ponte pedonale a cui si accede oltre il Belvedere della Grotta di San Bonaventura, da cui si gode di una meravigliosa vista su Civita e sulla valle che la circonda e che termina presso la Porta Santa Maria, un arco di peperino
sormontato da una loggetta che la tradizione attribuisce al Vignola che abbiamo già visto attivo a Caprarola e Bagnaia.
Visitare Civita di Bagnoregio vuol dire immergersi in un’atmosfera sospesa, nostalgica, evanescente: l’antico villaggio conserva tutt’oggi angoli di meraviglia e pace e regala bellezza ad ogni passo, tra palazzi signorili e case in pietra, botteghe artigiane, stretti vicoli e affacci sulla valle
che offrono il meglio di loro al tramonto, quando tutto si colora di una luce magica. La piazza principale del paese, Piazza San Donato è davvero pittoresca: essa infatti conserva l’antica pavimentazione fatta di breccia e terriccio che dovrete attraversare per raggiungere il Duomo di San Donato, risalente al VIII secolo ma che oggi si presenta con l’aspetto rinascimentale. Il Duomo conserva un crocifisso ligneo risalente al XV secolo che viene portato in processione per le vie di Civita di Bagnoregio durante la Processione del Cristo Morto.

 

INCLUSO

ESCLUSO

Informazioni utili

  • L’escursione è garantita al raggiungimento minimo di 2 partecipanti
  • Ci riserviamo di cancellare l’escursione per condizioni meteo avverse e per motivi di causa maggiore. In tal caso, a scelta del cliente, provvederemo a rimborsare l’escursione oppure emettere un voucher valido fino al 30 ottobre.
  • Si raccomanda di essere al punto di incontro all’orario di partenza prestabilito.
  • Nei luoghi oggetto di visita vige il rispetto delle vigenti normative in materia di sicurezza COVID 19, volte a garantire il distanziamento.  Saranno inoltre previsti tutti i dispositivi individuali e le misure di prevenzione rischio COVID 19 in vigore al momento della prenotazione quali utilizzo mascherine, misura della temperatura etc-
  • In Estate o se la temperatura ve lo consentirà si consiglia di portare con sè asciugamano da mare, cappello e occhiali da sole, costume da bagno, crema solare scarpe comode e scarpe da mare e giacca antivento.
  • In Primavera e/o Autunno si consiglia di portare con sé cappello giacca antivento, felpa, scarpe comode, occhiali e crema solare. Si raccomanda a tutti  di avere rispetto dell’ecosistema e, perciò, non gettare/lasciare tracce o residui di spazzatura nella campagna.