rinascimento

Rinascimento e Giardini nella Maremma Laziale

ESCURSIONE SU MISURA

La Maremma Laziale custodisce numerosi tesori risalenti al Rinascimento che rappresentò un periodo di grande splendore per l’intera Tuscia; qui infatti le nobili famiglie romane, tra cui i Colonna, i Chigi, i Farnese e gli Orsini, decisero di stabilire la propria dimora. Nacquero così le più importanti residenze del territorio, con i loro interni da favola e i famosi giardini all’italiana che ancora oggi affascinano e stupiscono. Parco dei Mostri e Palazzo Orsini – Bomarzo L’antico borgo arroccato di Bomarzo regala scorci suggestivi ai visitatori che arrivano in questo angolo di Tuscia per scoprire le sue bellezze senza tempo. Il centro storico merita una visita così come il Palazzo Orsini, tesoro dell’arte rinascimentale, realizzato tra il 1525 e il 1583, che conserva al suo interno affreschi della scuola di Pietro da Cortona e un’antica cappella con il corpo di San Moderato. Dalla terrazza panoramica del Palazzo, legato alla figura di Vicino Orsini, che ne volle la costruzione, si gode di una meravigliosa vista sul borgo e le campagne circostanti, fino al
Parco dei Mostri ed oltre. Visitare il il Parco dei Mostri, noto anche come Bosco Sacro, significa compiere un viaggio all’interno di un mondo immaginario in cui ogni logica e regola geometrica si infrange per dare vita ad un luogo assolutamente unico nel suo genere, tra alberi centenari e figure mostruose e mitologiche scolpite nelle rocce di origine vulcanica tipiche della Tuscia.
Palazzo Farnese – Caprarola
Il Palazzo Farnese di Caprarola è una delle maggiori testimonianze di ciò che ha potuto regalare il periodo Rinascimentale alla Tuscia. Posto in posizione dominante rispetto all’intero centro abitato di Caprarola il palazzo così come lo conosciamo oggi, è il risultato di due diverse fasi costruttive; nato come fortezza per resistere ad attacchi esterni, assunse successivamente, sotto la direzione del Vignola, l’aspetto di una maestosa dimora rinascimentale. All’esterno due piccoli giardini quadrati, noti come “Giardini Bassi” e il barco, una collina che ospita alberi secolari, fontane, grotte, terrazze e l’antico rifugio di caccia noto come “ La Casina del Piacere”. Gli ambienti interni, sviluppati attorno al cortile circolare, custodiscono affreschi del Vignola, di Jacopo Zanguidi detto il Bertoja, di Taddeo e Federico Zuccari, di Raffaellino da Reggio, e di Giovanni Antonio da Varese che ha dipinto le carte geografiche della splendida Sala del Mappamondo. I diversi piani del palazzo sono collegati tra loro dalla monumentale Scala Regia, di forma elicoidale, che rappresenta uno dei simboli del Palazzo Farnese e una delle creazioni più stupefacenti del Barozzi.
Villa Lante – Bagnaia
Villa Lante è uno dei simboli dell’architettura rinascimentale nella Tuscia e anche il luogo in cui è più riuscito l’intento di far coesistere elemento naturale e intervento dell’uomo. Il progetto della Villa risale all’inizio del 1200 ma fu solo alla fine del XV secolo che si decise per la creazione del barco per l’attività venatoria che il cardinale Gambara decise ben presto di trasformare in villa, con l’aggiunta delle due palazzine gemelle, del giardino
all’italiana e delle prime magnifiche fontane. In molti attribuiscono l’opera a Jacopo Barozzi da Vignola, già presente a Caprarola; altri fanno invece riferimento a Tommaso Ghinucci, già attivo in altri lavori nel centro di Bagnaia. Indipendentemente da questo Villa Lante è un esempio di architettura rinascimentale e di coesistenza tra natura e opera architettonica; ne sono una prova i terrazzamenti, le statue in peperino e gli affascinanti giochi d’acqua tra le numerose fontane – da quella dei Giganti fino a quella dei Mori, passando per la Fontana della Catena e la Tavola del Cardinale.
Castello Ruspoli – Vignanello
Di origini antichissime, il Castello Ruspoli sorge nel cuore del borgo di Vignanello, e affascina i visitatori con i suoi incantevoli giardini all’italiana, a detta di molti, i più belli e rappresentativi di tutto il Rinascimento italiano e non solo. Nato come fortezza, nel 1500 il castello subì numerose trasformazioni fino ad assumere l’aspetto che possiamo ammirare oggi. Il progetto si fa risalire all’architetto Sangallo il Giovane, mentre il lavoro vero e proprio è attribuito ancora una volta a Jacopo Barozzi da Vignola, già attivo a Caprarola e probabilmente anche a Bagnaia. Il grande spazio esterno è percorso da quattro viali, che dividono il giardino in dodici parterre con al centro una grande vasca con fontana circondata da quattro arcate di balaustre in peperino dando luogo a un perfetto disegno geometrico, che è possibile ammirare dal basso dei giardini o affacciandosi ad una delle finestre delle stanze del palazzo, finemente affrescate e arredate.

INCLUSO

ESCLUSO

Informazioni utili

  • L’escursione è garantita al raggiungimento minimo di 4 partecipanti
  • Il punto di incontro e l’orario di inizio sarà concordato al momento della prenotazione.
  • Si raccomanda di essere al punto di incontro almeno 15 minuti prima dell’orario di partenza.
  • E’ possibile cancellare senza penali fino a h 48 prima dell’inizio della visita.
  • Ci riserviamo di cancellare l’escursione per condizioni meteo avverse e per motivi di causa maggiore. In tal caso, a scelta del cliente, provvederemo a rimborsare l’escursione oppure emettere un voucher valido fino al 30 ottobre.
  • La capienza della visita è ridotta, secondo quanto previsto dalle vigenti normative di sicurezza COVID 19, volte a garantire il distanziamento. Saranno inoltre previsti tutti i dispositivi individuali e le misure di prevenzione rischio COVID 19 in vigore al momento della prenotazione quali utilizzo mascherine e misurazione della temperatura.
  • In Estate si consiglia di portare con sè un cappello, occhiali da sole,  scarpe comode e giacca antivento.  In Primavera e/o Autunno si consiglia di portare con sé cappello giacca antivento, felpa, scarpe comode, occhiali e crema solare. Si raccomanda a tutti gli esploratori di avere rispetto dell’ecosistema e, perciò, non gettare tracce o residui di spazzatura.
  • ulteriori dettagli  saranno forniti a prenotazione avvenuta.